Siamo un’associazione culturale no-profit.
Vogliamo diffondere i principi dello Stato di diritto, la cultura delle garanzie individuali e una concezione di diritto penale minimo, liberale e costituzionale. Siamo apartitici ma non apolitici. Seppure all’interno di una chiara e netta scelta di campo garantista, la nostra visione comunque è aperta e pluralista. Puntiamo a riunire diverse sensibilità e culture politiche, purchè caratterizzate da un minimo comune denominatore democratico-liberale.

Protetto: Passato e presente del “giustizialismo”. Dal peronismo al punitivismo penale contemporaneo in Italia. Intervista a Loris Zanatta

Protetto da Password

Per visualizzare questo articolo protetto, inserisci qui sotto la password :

In Europa calano i reati e i detenuti. In Italia sempre meno delitti, ma le carceri esplodono: qualcosa non torna

L’Eurostat ha recentemente pubblicato i dati, aggiornati al 2018, sulla capienza delle carceri e sulle persone detenute in Europa. La notizia non ha avuto una vasta eco, come spesso accade alle informazioni riguardanti il pianeta carcere. Il dato principale riguarda...

Ruth Bader Ginsburg: la storia di “The Notorious RBG”. Le battaglie, le sentenze più note e il suo lascito. Intervista a Pietro Insolera

The Notorious RBG – raffigurata con occhiali enormi, corona e collare di pizzo sopra la toga – riprendendo l’immagine del famoso rapper, parimenti nativo di Brooklyn, Notorius BIG, nasce dall'idea di una studentessa di giurisprudenza che era rimasta colpita ed...

Il Doppio binario, le misure preventive, l’estensione inarrestabile del 416-bis. Quando l’antimafia cozza con le garanzie individuali e con la Costituzione

In tutti gli ordinamenti liberali, lo statuto delle garanzie previste a tutela della persona di fronte al potere coercitivo dell'Autorità Pubblica viene modellato partendo dagli effetti che un provvedimento è in grado di produrre nella sfera giuridica della persona;...

“We are different, we are one”: la lezione di civiltà di Ginsburg e Scalia

Per una curiosa coincidenza, Ruth Bader Ginsburg è morta in un anno elettorale, come avvenne, quattro anni fa, ad Antonin Scalia. Come fu per quest’ultimo, la sua morte è immediatamente diventata un argomento centrale della campagna elettorale, e a ragione: quattro...

Il diritto di critica delle decisioni giudiziarie come appendice necessaria del diritto di difesa: il caso dell’Avv.Diddi

L’Avvocato Diddi è stato deferito dinanzi al Consiglio Distrettuale di Disciplina per aver criticato la decisione resa dalla VI Sezione della Corte di Cassazione, nell’ambito del processo passato alle cronache con il nome “Mondo di mezzo”. “Cosa hanno fatto qua?...

Il processo Charlie Hebdo, 5 anni dopo

Si è aperto, il 2 settembre, il processo per gli attentati terroristici alla redazione di Charlie Hebdo e al supermercato kosher Hyper-cacher di Parigi. Di rimbalzo, al tempo, circa 4 milioni di corpi erano scesi nelle piazze per riaffermare i valori della république:...

“Il Sospetto” di Thomas Vinterberg e l’accusa come prova di colpevolezza sociale

Il Sospetto è il capolavoro del regista danese Thomas Vinterberg. La pellicola, presentata al Festival di Cannes del 2012, si è aggiudicata il premio per la miglior interpretazione maschile grazie ad un superlativo Mads Mikkelsen. Candidata inoltre come miglior film...

L’erosione del principio di legalità tra crisi del parlamento e (iper)attivismo giudiziario

Conoscibilità del precetto penale, limitazione dell’interpretazione giudiziale, contenimento dell’arbitrio del Sovrano, garanzia del singolo contro un’applicazione dispotica della legge penale: questi i principi che hanno determinato l’emersione ed il consolidamento...

Giancarlo Pittelli e l’abuso della detenzione cautelare

L’avvocato Pittelli si trova ristretto da ormai otto mesi in una situazione che non pare giustificarsi vista la peculiare condizione dell’imputato in esame. E la sistematicità di storie come questa concorre inesorabilmente alla triste realtà del nostro...