Siamo un’associazione culturale no-profit.
Vogliamo diffondere i principi dello Stato di diritto, la cultura delle garanzie individuali e una concezione di diritto penale minimo, liberale e costituzionale. Siamo apartitici ma non apolitici. Seppure all’interno di una chiara e netta scelta di campo garantista, la nostra visione comunque è aperta e pluralista. Puntiamo a riunire diverse sensibilità e culture politiche, purchè caratterizzate da un minimo comune denominatore democratico-liberale.

La legittima difesa tra storia dell’istituto e populismo penale

Lo scorso 28 marzo il Senato ha votato favorevolmente il disegno di legge a stampo leghista recante “Modifiche al codice penale e altre disposizioni in materia di legittima difesa”, che, vista l’approvazione già avvenuta alla Camera il 6 marzo, sarà quindi...

Perché spegnere Radio Radicale è un delitto

Radio Radicale nasce il 26 marzo 1976 per iniziativa di un gruppo di militanti radicali in un piccolo appartamento di Roma situato in via di Villa Pamphili, nel quartiere Monteverde. Partorita come radio “di quartiere” - il segnale non copriva completamente Roma ma...

L’assalto alla giurisdizione

Sempre più spesso i giudici vengono attaccati dall’opinione pubblica e sono vittime di un sistema mediatico-giudiziario che sembra desiderare processi celebrati non in nome del popolo italiano ma in nome del pubblico italiano. Dal caso di Bologna a molti altri,...

Il concorso esterno: storia breve e critica di un reato mai legiferato

La scelta di    trattare questo controverso argomento, il concorso esterno in associazione mafiosa, è anche figlia delle recenti riflessioni sullo stesso tra Massimo Bordin, purtroppo scomparso di recente, e il Procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone, che sono...

Giustizia e mito: una riflessione e un auspicio

Edipo e Antigone, Charles François Jalabert, XIX secolo, Marsiglia, Musée des Beaux Arts   Quale modo migliore per inaugurare la collaborazione ad un’avventura culturale contemporanea  se non un ‘classico’ ritorno ai classici? Calembour a parte, e stipulando col...

Il sequestro preventivo in ambito mafioso: misura di prevenzione o di sospetto?

Analisi del sequestro preventivo, misura discussa e controversa,del nostro sistema penale, soprattutto per com'è conformata oggi. La disciplina è contenuta nel d.lgs. 6 settembre 2011 n. 159, c.d. Codice AntiMafia: una delle ultime perle, si fa per dire, dei vari...

Carcere e salute: qual è la situazione in Italia?

“I detenuti sono la comunità, provengono dalla comunità e in essa faranno ritorno. Proteggere loro significa proteggere la comunità ” In Italia oggi contiamo poco più di 60.000 detenuti contro 50.000 posti di capienza totale delle nostre carceri che, infatti, versano...

La prescrizione esiste dall’Atene classica ma i giallo-verdi l’hanno spazzata via.

Il tema della prescrizione è un tema oggetto di molte discussioni e di recente di una riforma che prevede la sua sospensione dopo il primo grado di giudizio, e che, sostanzialmente la elide. Tuttavia questa nozione affonda le sue radici già nell’Atene classica del V...

Esiste davvero l’obbligatorietà dell’azione penale in Italia?

In Italia vi è un'enorme distanza tra previsione normativa e applicazione dell'obbligatorietà dell'azione penale. Allo stato delle cose coerenza imporrebbe allora la scelta netta tra il superamento del principio dell'obbligatorietà, magari in combinato con la...

L’evoluzione della cittadinanza tra globalizzazione e populismo.

Come si è evoluto il concetto di cittadinanza? Che cosa significa essere cittadini o non esserlo nel secondo millennio? Analisi del concetto di cittadinanza tra globalizzazione ed etno-nazionalismo, e prospettive per un nuovo federalismo europeo.Le nuove democrazie...