Siamo un’associazione culturale no-profit.
Vogliamo diffondere i principi dello Stato di diritto, la cultura delle garanzie individuali e una concezione di diritto penale minimo, liberale e costituzionale. Siamo apartitici ma non apolitici. Seppure all’interno di una chiara e netta scelta di campo garantista, la nostra visione comunque è aperta e pluralista. Puntiamo a riunire diverse sensibilità e culture politiche, purchè caratterizzate da un minimo comune denominatore democratico-liberale.

Transgender e detenzione: le difficoltà di una minoranza nella minoranza

Esiste una categoria di persone che per la propria esigua rappresentatività numerica sul territorio e per le proprie specificità risulta ancora tristemente e largamente lasciata ai margini del pensiero collettivo. Si tratta delle persone transgender che si trovano in...

L’ordinanza dello scandalo: il GIP di Agrigento e i ministri urlatori

Un'ordinanza che tutti commentano ma che in pochi hanno letto, quella della Dott.ssa Alessandra Vella, GIP di Agrigento che non ha convalidato l'arresto di Carola Rackete e che è stata massacrata di insulti semplicemente perché  ha svolto il suo mestiere. Vista la...

I vizi non sono crimini: per una politica libertaria sulle droghe rileggiamo Lysander Spooner

  Riflessioni su sostanze stupefacenti, libertà individuali e diritto penale attraverso la lente di ingrandimento di Lysander Spooner, filosofo libertario americano. Mentre la prima ondata di liberalizzazioni tocca l’occidente, ripercorriamo le riflessioni di Lysander...

Intercettazioni tra previsione normativa e realtà dei fatti

  Il tema delle intercettazioni è da tempo una costante del dibattito pubblico sulla giustizia. Dopo lo scandalo CSM si è ricominciato a parlarne. Ci sarà davvero una svolta sul tema? Con questo esecutivo è molto difficile che avvenga. Intanto, ecco un'analisi sulle...

Caos CSM: adesso riformiamo la magistratura

  Al di là delle responsabilità penali dei singoli, per i quali vale, ovviamente, la presunzione di innocenza, ciò che emerge dalle recenti vicende romane porta a un'unica conclusione: è più che mai necessario riformare la magistratura e il CSM, per evitare che a...

Carcere e corpo: le metamorfosi della carne imprigionata.

In carcere il corpo si trova in posizione di strumento o di intermediario; il corpo, in questo caso, è irretito in un sistema di costrizioni e di privazioni, di obblighi e di divieti. L’ingresso in carcere implica una involuzione di tutta la sensorialità.   Il primo...

L’intervento indebito (e disinformante) del Capitano sul tema della commercializzazione della Cannabis Light

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha reintrodotto – nel peggiore dei modi – il tema della commercializzazione della cannabis light all’interno del dibattito politico, dichiarando quanto segue: “La droga è un’emergenza nazionale: da domani darò istruzioni agli...

La legittima difesa tra storia dell’istituto e populismo penale

Lo scorso 28 marzo il Senato ha votato favorevolmente il disegno di legge a stampo leghista recante “Modifiche al codice penale e altre disposizioni in materia di legittima difesa”, che, vista l’approvazione già avvenuta alla Camera il 6 marzo, sarà quindi...

Perché spegnere Radio Radicale è un delitto

Radio Radicale nasce il 26 marzo 1976 per iniziativa di un gruppo di militanti radicali in un piccolo appartamento di Roma situato in via di Villa Pamphili, nel quartiere Monteverde. Partorita come radio “di quartiere” - il segnale non copriva completamente Roma ma...

L’assalto alla giurisdizione

Sempre più spesso i giudici vengono attaccati dall’opinione pubblica e sono vittime di un sistema mediatico-giudiziario che sembra desiderare processi celebrati non in nome del popolo italiano ma in nome del pubblico italiano. Dal caso di Bologna a molti altri,...