Siamo un’associazione culturale no-profit.
Vogliamo diffondere i principi dello Stato di diritto, la cultura delle garanzie individuali e una concezione di diritto penale minimo, liberale e costituzionale. Siamo apartitici ma non apolitici. Seppure all’interno di una chiara e netta scelta di campo garantista, la nostra visione comunque è aperta e pluralista. Puntiamo a riunire diverse sensibilità e culture politiche, purchè caratterizzate da un minimo comune denominatore democratico-liberale.

Un taglio alla democrazia rappresentativa

Con la votazione alla camera di settimana scorsa il parlamento ha dato il via libera al taglio dei parlamentari, storica riforma bandiera del Movimento Cinque Stelle. La legge di riforma costituzionale che punta a ridurre da 630 a 400 il numero dei deputati e da 315 a...

La lotta dei cittadini di Hong Kong per la libertà e per lo Stato di diritto

Abbiamo tutti negli occhi le immagini delle manifestazioni oceaniche ad Hong Kong, proteste iniziate ad Aprile ma esplose ad inizio Giugno e da allora non più cessate. La causa scatenante è stata la diffusa opposizione ad un emendamento alla legge sull’estradizione...

Facebook tra libertà d’espressione ed hate speech, un’intervista a due esperti

Abbiamo intervistato il Prof. Avv.  Carlo Melzi d'Eril e il Prof. Avv. Giulio Enea Vigevani sul rapporto tra libertà d'espressione e Facebook, in particolare riguardo al tema dell'hate speech. Di recente, infatti, la pagina di Casapound e di alcuni suoi esponenti di...

I dati parlano chiaro: gli omicidi sono in calo da anni

Sicurezza e insicurezza, percezione e realtà si confondono in un paese nel quale la quotidianità è fatta di allarmismo, scandalo e gogna-mediatica. I dati sono chiari: gli omicidi sono in calo, in generale tutta la platea dei reati più gravi è in calo o è all'interno...

Fine vita e suicidio assistito: una svolta storica

Quella di mercoledì scorso, 25 settembre 2019, è una giornata destinata ad entrare nella storia del nostro paese. La Corte costituzionale ha infatti scritto il capitolo conclusivo della vicenda giudiziaria che ha coinvolto Marco Cappato, attivista e politico radicale,...

Perché dobbiamo tutti leggere “Fine pena:ora” di Elvio Fassone

Foto dello spettacolo teatrale di Mauro Avogadro che ha portato in scena la drammaturgia di Paolo Giordano da Fine pena: ora, scritto dal giudice Elvio Fassone. Nel 1985 Elvio Fassone era presidente della Corte d’Assise di Torino. In quell'anno si celebrava un...

Ergastolo ostativo: profili di criticità etica e costituzionale

L’ergastolo “non è la soluzione dei problemi, ma un problema da risolvere” ha detto Papa Francesco all’udienza alla polizia penitenziaria, ai cappellani e ai volontari del carcere. Parole importanti, non scontate e che riportano l’attenzione su un tema tanto complesso...

Salvini è a casa ma i grillini sono ancora lì: occhi aperti sulla Giustizia

Al netto della personale e legittima opinione di ognuno sul nuovo esecutivo, al momento appare chiaro che sulla Giustizia stia prevalendo il Movimento 5 Stelle, a scapito del Pd che è in ostaggio ma soprattutto dello Stato di diritto che rischia l’ennesima...

La sofferenza del corpo oltre il corpo: una prospettiva bioetica sul suicidio in carcere

L’Italia, ad oggi, si trova ai primi posti per tasso di sovraffollamento penitenziario in Europa e, allo stesso tempo, presenta lo “scarto” maggiore tra suicidi dentro e fuori dal carcere: difficile pensare che non esista un rapporto tra affollamento delle celle,...

No alla (in)giustizia degli angry men, sì alla presunzione di innocenza

Come riportato da Il Foglio nell'articolo "La guerra alla presunzione di innocenza", negli Stati Uniti, in pieno delirio da #MeToo, il principio della presunzione d'innocenza è messo in discussione. Ecco, a proposito di presunzione di non colpevolezza e della...